martedì 13 ottobre 2015

Paczolay: proverbi in 10 lingue.

L'infaticabile Paczolay Gyula (85 anni), paremiologo ungherese di fama mondiale, ha dato alle stampe una nuova raccolta multilingue di proverbi: Többnyelvű szólás- és közmondás- gyűjtemény (Tinta Könyvkiadó, 2015). Me ne ha fatta pervenire una copia.
Si tratta di 340 detti e proverbi ungheresi con equivalenti in inglese, estone, francese, tedesco, italiano, polacco, portoghese, spagnolo e latino. Questo recita il sottotilo di copertina: in realtà all'interno troviamo a volte anche il giapponese (translitterazione).
Inoltre, spesso (soprattutto in italiano) ci sono varianti o altri equivalenti.
Il libro è corredato, oltre che dalle fonti bibliografiche (tra cui anche la mia raccolta, che viene citata nel 50% dei casi), di un'indice in inglese delle parole-chiave per la ricerca dei proverbi.

Questa ulteriore raccolta testimonia come le basi culturali delle lingue europee (e non solo) abbiano antiche radici comuni, che sarebbe bene non disperdere bensì rafforzare, salvaguardando le diverse identità tramite un'azione interculturale.

Ecco un esempio tratto dalla raccolta di Paczolay.

Magy - A hazugot hamarabb utolérik, mint a sánta kutyát.
Eng - Lies have short legs.
Est - Valel on lühikesed jalad.
Fre - Les mensonges ont les jambs courtes.
Ger - Lügen haben kurze Beine.
Ita - Le bugie hanno le gambe corte.
Pol - Kłamstwo ma krótkie nogi.
Por - Mais depressa se apanha um mentiroso do que um coxo.
Spa - La mentira tiene piernas cortas.
Lat - Mendacium non habet pedes.
Jap - Uso-wa ittoki.